Il Villaggio Virtuale

comunicazione virtuale e linguaggi della Rete

Archivi per il mese di “aprile, 2004”

Diffondere la pace o…

Diffondere la pace on line


PeaceReporter (http://www.peacereporter.net/it) è un giornale on line e un’agenzia di servizi editoriali che ha lo scopo di diffondere una cultura di pace e di rispetto dei diritti umani. Nasce da un’idea dell’agenzia giornalistica Misna e dell’organizzazione umanitaria Emergency, che sono garanti della cooperativa editrice. PeaceReporter si avvale di numerosi collaboratori e di corrispondenti distribuiti nel nord e nel sud del mondo: operatori di organizzazioni non governative, religiosi di ogni credo, cooperatori, personale diplomatico ed esponenti della società civile. Storie, interviste, dossier, notizie audio e anche ‘buone nuove’, cioè tutte quelle notizie positive che provengono da tutto il mondo ma che solitamente non trovano spazio sui mass media.


Tutto sulle Sette


All’indirizzo http://www.tuttosullesette.it/index.pax troviamo un motore di ricerca critico sulle sette. Si tratta di un’iniziativa innovativa e di grande utilità, non solo per gli studiosi del settore. Il motore offre la possibilità di effettuare ricerche su numerosi siti web riguardanti i vari culti diffusi nel mondo, prevenzione e autodifesa, movimenti vari, magia e spiritismo, new age, movimenti millenaristi, ecc.. Il motore dispone anche di due elenchi, uno alfabetico ed uno ragionato, dei temi affrontati.


Prima assemblea dei webmaster cattolici


Si svolgerà a Padova sabato 8 maggio all’interno del Webbit. Nata nel maggio scorso l’Associazione Webcattolici Italiani (http://www.webcattolici.it) si offre quale punto di riferimento per i siti informatici di ispirazione cattolica. La sua attività comprende: la promozione di attività formative, educative e culturali; la diffusione di iniziative e proposte dell’uso della rete per attività pastorali; la realizzazione, lo sviluppo e l’offerta di soluzioni software e di tecnologie infrastrutturali (connettività, supporti hardware e telematici) per facilitare l’accesso del mondo cattolico alla rete.


Giovani francescani in rete


Il sito web ufficiale della Gioventù Francescana d’Italia è all’indirizzo http://www.gifra.org . Come si legge nella pagina di presentazione “la Gifra è la Fraternità dei Giovani che si sentono chiamati dallo Spirito Santo a fare esperienza della vita cristiana alla luce del messaggio di san Francesco d’Assisi, approfondendo la propria vocazione nell’ambito della Famiglia dell’Ordine Francescano Secolare, di cui è parte integrante.”  E’ disponibile anche una chat line. Inoltre è possibile anche lasciare un messaggio pubblico in una rubrica chiamata “Piazzetta”.


Il quinto talento


Richiama un’immagine con la quale il cardinal Carlo Maria Martini introdusse una riflessione pastorale sul tema della comunicazione, prendendo spunto dalla famosa parabola dei talenti. Il primo talento della parrocchia è il vangelo, il secondo la liturgia, il terzo la carità, il quarto la comunione ed il quinto appunto la comunicazione. Questo sito (http://www.iqt.it) nasce dalla volontà di aiutare una comunità cristiana a comunicare anche attraverso le nuove tecnologie, con un duplice fine: creare un maggiore scambio di informazioni nella parrocchia, e provare ad avvicinare, anche chi è all’esterno, su tematiche evangeliche e di attualità. Gli ideatori fanno parte di un gruppo di “Operatori pastorali della comunicazione” della parrocchia Santo Stefano di Vimercate.

Annunci

Come (e perché) fare…

Come (e perché) fare acquisti on line


Uno dei fattori che ha un maggior peso nella crescita di internet è sicuramente la possibilità di acquistare beni e servizi per via telematica. Solo pochi anni fa la rete era soprattutto un mezzo di comunicazione non commerciale. Ma le statistiche confermano che negli ultimi tempi l’espansione nel numero dei siti commerciali è stata quella di gran lunga più rapida.


Fare spesa senza uscire di casa


Nel mondo di internet le distanze si annullano, è possibile raggiungere un esercizio commerciale che si trova al di là dell’oceano con la stessa facilità di uno che si trova nella nostra stessa città. E tutto questo, in pochi secondi, con un semplice clic del mouse. Poi è sufficiente solo un altro clic per ordinare un prodotto e vederselo recapitare a casa o in ufficio per corriere nel giro di un paio di giorni.


Acquisti a prezzi vantaggiosi


Esistono siti web specializzati in alcuni settori merceologici particolari e altri che invece offrono una vasta gamma di prodotti, tutti suddivisi per categoria. I prezzi sono generalmente vantaggiosi: molti siti offrono i prodotti con un notevole sconto sul prezzo di listino.


Per quanto riguarda le modalità di acquisto, generalmente si paga via carta di credito, anche se non è raro poter scegliere anche l’opzione del contrassegno o del bonifico bancario.


I problemi ancora da risolvere


L’espansione globale del commercio attraverso internet pone alcune importanti questioni di ordine legale: ad esempio, controlli e restrizioni nel caso di determinate categorie di beni (come le armi o i farmaci); regolamentazioni fiscali e doganali; garanzie offerte al consumatore, e così via. Soprattutto resta aperto il problema delle modalità dei pagamenti in rete. Per questo motivo spesso, come accennato sopra, la carta di credito non è più l’unico modo per fare acquisti on line per venire incontro agli utenti che preferiscono mezzi più tradizionali.


Cosa è possibile acquistare on line


Capi di abbigliamento e accessori, scarpe, libri, film in Dvd-Vhs, elettrodomestici, mobili, telefoni cellulari, computer, ma anche vacanze, viaggi aerei: basta collegarsi ad internet e si aprono le porte di negozi on line pronti a vendere di tutto.


Abbiamo detto che esistono siti web specializzati in alcuni settori, come ad esempio InternetBookShop (http://www.internetbookshop.it) che propone esclusivamente editoriali su carta (libri) e su supporti multimediali (Cd e Dvd). TechEye (http://www.techeye.it) è invece una guida on line per gli utenti dell’alta tecnologia.


Interessante è notare la crescita di veri e propri grandi magazzini virtuali che offrono prodotti di tutti i tipi. Naturalmente è possibile effettuare acquisti su siti web di tutto il mondo, ma noi qui ci concentriamo su quelli che parlano in italiano. Come ad esempio Kelkoo (http://www.kelkoo.it), uno dei principali motori di ricerca per lo shopping on line, attivo dal 2000. Secondo i dati relativi allo scorso mese di gennaio, vanta 27.000 visitatori unici al mese.


Buon successo per un altro sito ben fatto e semplice da navigare: Trovaprezzi (http://www.trovaprezzi.it), che registra un fatturato in continua crescita. Tutti questi siti sono caratterizzati da una grafica semplice ed immediata per facilitare la navigazione dell’utente meno esperto. I prodotti sono suddivisi per categoria merceologica e sono accompagnati da una scheda descrittiva, più o meno esaustiva.


Altri esempi: BuyCentral (http://www.buycentral.it), Costameno.it (http://www.costameno.it), Sconti.it (http://www.sconti.it).

Mamme collegate in r…

Mamme collegate in rete


Tra i frequentatori più costanti della Rete spiccano le donne. Si tratta per lo più di giovani navigatrici che utilizzano internet non solo per lavoro, ma anche per svago, per cercare informazioni, e per stringere nuove amicizie.


Non deve meravigliare, quindi, che siano numerosissime le risorse on line create da loro e per loro: lavoratrici, amanti della buona cucina, curiose di informazione e gossip, attente ai cambiamenti delle mode, mamme.


Questa settimana vogliamo parlare di alcuni siti interessanti che riguardano proprio le mamme e le donne in dolce attesa. A loro Internet offre occasioni di incontro, di dialogo virtuale a distanza (come nel caso dei forum o delle mailing list) e di informazione su come vivere bene alle prese con marito, figli e lavoro.


Amiche on line


A proposito di forum, molto frequentati sono quelli del portale Al femminile.com ( http://www.alfemminile.com/maternite/accueilmaternite.asp). Nella sezione dedicata alla donna-mamma, vi sono diversi tipi di luoghi di incontro virtuali: per chi desidera avere un figlio, per chi è già in attesa, per chi invece vive già quotidianamente l’esperienza della maternità. E’ interessante notare come questi forum siano occasioni per la nascita di amicizie e per lo scambio di confidenze e di informazioni, utili anche per chi legge i messaggi semplicemente da spettatore.


I siti dedicati alle mamme


Vi sono poi alcuni siti web dedicati proprio al ‘mestiere’ di mamma. Ad esempio Ilmiobaby.com (http://www.ilmiobaby.com/), Quimamme.it (http://www.quimamme.it/home.asp) oppure ancora  Bambinopoli.it (http://www.bambinopoli.it/).


Questi sono portali che offrono una grande quantità di informazioni e di approfondimenti su salute, alimentazione, sicurezza, igiene, viaggi, educazione, gravidanza. Senza dimenticare il ruolo dei papà, riservando a loro articoli e curiosità.


Attraverso alcuni servizi on line gratuiti, le mamme in attesa possono anche calcolare la presunta data del parto, scoprire a quale settimana di gestazione si è arrivate, scegliere il nome per il proprio bambino e anche effettuare acquisti on line per il corredino del piccolo o per se stesse.


Sempre aggiornate con le newletter


Molti dei siti dedicati alle mamme offrono la possibilità di iscriversi gratuitamente a newsletter che poi vengono inviate gratuitamente alla propria casella di posta elettronica.


A questo proposito spicca l’impegno profuso dal portale Mammaepapa.it (http://www.mammaepapa.it/home/index.asp) che propone: una newsletter per le mamme in attesa (di settimana in settimana la futura mamma viene accompagnata con consigli e informazioni utili per sapere man mano cosa cambia in loro stesse e nel loro bambino), per i neo genitori (una sorta di ‘corso di sopravvivenza’, con una serie di trucchi e di suggerimenti per capire ed affrontare meglio il primo anno insieme al bambino), per mamme alle prese con problemi di cucina e di alimentazione (questa newsletter propone periodicamente tante idee per rendere semplice e piacevole il momento della pappa) o amanti della lettura (la newsletter ‘Libri&co’ offre suggerimenti e proposte di lettura per e sui bambini).

Navigazione articolo