Il Villaggio Virtuale

comunicazione virtuale e linguaggi della Rete

Archivi per il mese di “marzo, 2005”

L’appuntamento settimanale su Il Nuovo Giornale è stato di nuovo rimandato per problemi di spazio (su carta). Segnalo comunque alcune anticipazioni su quanto approfondiremo nelle prossime settimane.

Prima di tutto ricordo che il Liceo San Vincenzo ha un proprio sito web all’indirizzo http://www.liceosanvincenzo.191.it/. E’ ricco di informazioni, ben fatto e orientato agli interessi degli studenti.

‘Dammi il tuo cuore’ è una nuova mailing list (http://it.groups.yahoo.com/group/Dammi_il_tuo_cuore/), nata – come spiegano i curatori – ‘per camminare insieme per crescere nella fede, nella speranza e nella carità, fino a raggiungere la fiducia perfetta e il totale abbandono al Cuore Misericordioso di Gesù’.

ANCIS è l’associazione della comunità italo-somala in Italia. Il sito web è all’indirizzo www.italosomali.org e offre tante informazioni e approfondimenti sulla Somalia e l’Italia. In lingua italiana.

La Compagnia di Gesù si presenta al popolo della Rete
http://www.gesuiti.it è l’organo ufficiale della Provincia italiana della Compagnia di Gesù. Il sito ha lo scopo di fornire un’informazione di base a chiunque intenda entrare in contatto con la spiritualità ignaziana o una delle opere che i gesuiti portano avanti in Italia, ma anche di accrescere e consolidare l’"unione dei cuori" tra membri della Compagnia, tanto cara a sant’Ignazio di Loyola. Il sito, molto ricco e ben strutturato, propone una presentazione del gesuita, delle attività e in particolare di quelle giovanili e degli esercizi spirituali; pagine Web di alcune opere italiane dei Gesuiti; elenco delle case in Italia e loro indirizzi e-mail e Web.

Duomo di Fidenza
Questa settimana presentiamo il bel sito del Museo del Duomo di Fidenza, all’indirizzo http://www.museoduomofidenza.it/. Il Museo del Duomo di Fidenza, con entrata in Via Don Minzoni 10/A, è costituito da due parti collegate anche se autonome, una all’interno del Palazzo Vescovile con sale espositive ove è collocato attualmente il Tesoro di San Donnino e l’altra all’interno della Cattedrale rappresentata dal Matroneo, visitabile su prenotazione.
Il sito web propone una presentazione del museo, le informazioni utili per visitarlo e alcune schede di approfondimento sulla storia della diocesi di Fidenza.

Quaderni di diritto ecclesiale
E’ il sito del periodico edito da Ancora Milano. All’indirizzo http://www.quadernididirittoecclesiale.org/. In queste pagine web è possibile trovare una presentazione della rivista e informazioni relative ad un corso di diritto canonico, organizzato dalla Redazione della rivista stessa. L’iniziativa è rivolta in particolare a coloro che intendono acquisire o completare una preparazione di base per meglio operare in strutture ecclesiastiche come i tribunali, le curie, i consultori. Inoltre è aperta a coloro che, licenziati in diritto canonico o laureati in giurisprudenza oppure in possesso di baccellierato in teologia o del magistero in scienze religiose, hanno un interesse pratico alle questioni matrimoniali.

I medici cattolici on line
Il sito dell’Associazione Medici Cattolici Italiani (AMCI) è all’indirizzo http://www.amci.org/ e propone, oltre ad una presentazione, anche un calendario con gli eventi di maggiore interesse. Le pagine web sono tradotte anche in francese, spagnolo, inglese e tedesco.

Chiesa piacentina in rete
E’ ancora in costruzione ma è già on line il sito della parrocchia Santi Angeli Custodi di Borgotrebbia. All’indirizzo http://www.santiangelicustodi.com/. Al momento è disponibile l’home page è una pagina interna con gli appuntamenti della Quaresima e della Settimana Santa.

Non abbiate paura delle nuove tecnologie! 

Così scrive Giovanni Paolo II in ‘Il rapido sviluppo’, la recente Lettera Apostolica indirizzata ai responsabili delle comunicazioni sociali. Nei giorni scorsi ne abbiamo già dato notizia sul nostro sito web http://villaggiovirtuale.splinder.com ma vogliamo qui rileggere insieme alcuni brani di questo importante documento con il quale il Santo Padre ribadisce l’importanza delle nuove tecnologie, anche per la Chiesa.   

Infatti il Papa scrive: "Le nuove tecnologie, in particolare, creano ulteriori opportunità per una comunicazione intesa come servizio al governo pastorale e all’organizzazione dei molteplici compiti della comunità cristiana. Si pensi, ad esempio, a come internet non solo fornisca risorse per una maggiore informazione, ma abitui le persone ad una comunicazione interattiva".     

Il testo completo della Lettera è disponibile anche on line sul sito del Vaticano all’indirizzo www.vatican.va, nella sezione delle Lettere Pastorali di Giovanni Paolo II.  

La Chiesa e i mass media  

“… la comunità cristiana ha compiuto passi significativi nell’uso degli strumenti della comunicazione per l’informazione religiosa, per l’evangelizzazione e la catechesi, per la formazione degli operatori pastorali del settore e per l’educazione ad una matura responsabilità degli utenti e destinatari dei vari strumenti della comunicazione”.  

Il Papa evidenzia anche le sfide e le implicazioni sociali, etiche, psicologiche dell’utilizzo dei mezzi di comunicazione e ne sottolinea l’utilizzo al servizio dell’evangelizzazione. “La comunicazione permea le dimensioni essenziali della Chiesa, chiamata ad annunciare a tutti il lieto messaggio della salvezza. Per questo essa assume le opportunità offerte dagli strumenti della comunicazione sociale come percorsi dati provvidenzialmente da Dio ai nostri giorni per accrescere la comunione e rendere più incisivo l’annuncio. I media permettono di manifestare il carattere universale del Popolo di Dio, favorendo uno scambio più intenso e immediato tra le Chiese locali, alimentando la reciproca conoscenza e la collaborazione”.  

Verso il rinnovamento pastorale  

Il tempo che stiamo vivendo impone la valorizzazione dei mezzi di comunicazione da parte non solo degli addetti ai lavori ma di tutti i cattolici impegnati nella missione evangelizzatrice. “Il fenomeno attuale delle comunicazioni sociali spinge la Chiesa ad una sorta di revisione pastorale e culturale così da essere in grado di affrontare in modo adeguato il passaggio epocale che stiamo vivendo”. 

Tutti, dai vescovi ai religiosi ai laici sono chiamati dal Santo Padre ad un impegno attivo e responsabile.

Formazione, partecipazione, dialogo. Sono i tre imperativi individuati da Giovanni Paolo II: tre motivi di riflessione ma anche di azione pastorale.

Comunicare con la forza dello Spirito Santo

Il settore dei mass media pone i cattolici di fronte a grandi problemi, anche sul piano della coscienza. Ma Giovanni Paolo II ricorda che “credenti in Cristo sanno di poter contare sull’aiuto dello Spirito Santo. Aiuto ancor più necessario se si considera quanto amplificate possano risultare le difficoltà intrinseche della comunicazione a causa delle ideologie, del desiderio di guadagno e di potere, delle rivalità e dei conflitti tra individui e gruppi, come pure a motivo delle umane fragilità e dei mali sociali. Le moderne tecnologie aumentano in maniera impressionante la velocità, la quantità e la portata della comunicazione, ma non favoriscono altrettanto quel fragile scambio tra mente e mente, tra cuore e cuore, che deve caratterizzare ogni comunicazione al servizio della solidarietà e dell’amore”. 

Navigazione articolo