Il Villaggio Virtuale

comunicazione virtuale e linguaggi della Rete

Musica a tempo di bit
Questa settimana torniamo a parlare di musica grazie ad alcuni siti che propongono, testi, spartiti e files midi di canti religiosi.
Iniziamo con ‘Cantate al Signore un cantico nuovo’, all’indirizzo http://www.geocities.com/giuliacanti/ . E’ curato da Giulia Cavalli e contiene oltre seicento testi di canti di chiesa, di cui più di trecento brani con accordi. Purtroppo le pagine non sono state più aggiornate da almeno due anni, come risulta dall’home page.
E’ interessante l’esperienza di Angelo Lazzarini che ha ideato, nel 2000, il sito ‘Canto e prego’, consultabile all’indirizzo http://www.cantoeprego.it/ . Si tratta di una ricca Raccolta di canti liturgici (in italiano, latino e gregoriano, tradizionali, popolari) con musica scritta pronta per la stampa, preghiere ed informazioni sulla liturgia. “Questa raccolta – spiega l’autore delle pagine web- intende essere un aiuto ad una più completa e consapevole partecipazione alla Liturgia”. Il sito è dotato un’utile guida che spiega come utilizzare i servizi messi a disposizione.
“Musica sacra” è all’indirizzo http://www.musica-sacra.it/  ed è curato da Renato Tagliabue. Presenta una raccolta di midifiles e di spartiti di Musica Sacra armonizzati appositamente per assemblea, per cori a quattro voci miste, per organo e altri strumenti. Il sito è un vero e proprio portale dove è possibile anche acquistare libri, cd e spartiti.

Il turismo on line parla cinese
Sarà in cinese la prima versione del portale turismo Italia, previsto a fine anno. Il ministro per l’innovazione Lucio Stanca lo ha annunciato nei giorni scorsi. ‘Tutti gli altri Paesi – ha affermato – hanno da tempo un grande sito per la promozione turistica, mentre l’Italia ne è priva’. Un terzo del valore economico delle transazioni online riguarda il turismo.
La prima versione sarà in cinese, al fine di catturare questo enorme mercato potenziale. In seguito verranno realizzare anche le versioni in altre lingue.

Attenzione alle false e-mail
E’ stata clonata l’home page di Bancoposta (www.poste.it/bancoposta/ ). Poste italiane ha diramato questo testo, indirizzato a tutti i correntisti: ‘Non fidatevi delle e-mail che vi chiedono di inviare dati sensibili’.
A seguito della clonazione dell’home page di Bancoposta, alcuni correntisti vengono invitati, con una e-mail, a recarsi sul sito-clone per inserire nome utente e password. Le truffe telematiche di questo tipo si chiamano ‘phishing’: in questo caso viene sfruttata una procedura, cioè la richiesta di dati via e-mail, che Poste italiane non usa mai.
La società lo ha ribadito ai clienti: ‘non inserite codici personali chiesti per e-mail’.

Disabili e tecnologie informatiche
E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 183 dell’8 agosto 2005 il decreto del Ministro per l’Innovazione e le Tecnologie dell’8 luglio 2005 che stabilisce i requisiti tecnici e i diversi livelli per l’accessibilità agli strumenti informatici. Il 6 luglio 2005, infatti, la Commissione Europea, ai sensi della direttiva 98/34/CE, ha dato il via libera all’adozione del provvedimento. Il decreto dispone in modo dettagliato i requisiti che debbono avere i siti Internet e gli strumenti informatici (pc, ambiente operativo, applicazioni, etc.) per facilitare il loro utilizzo da parte dei diversamente abili. Le Amministrazioni pubbliche hanno tempo dodici mesi per provvedere all’adeguamento dei loro apparati.
A queste disposizioni possono uniformarsi anche i privati.

Advertisements

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: