Il Villaggio Virtuale

comunicazione virtuale e linguaggi della Rete

Motori intelligenti

I motori di ricerca sono uno strumento prezioso nelle mani dell’utente che si serve di Internet per cercare dati, informazioni e documenti. La nuova frontiera è rappresentata dai motori ‘intelligenti’: selezionano le pagine web, le ordinano per rilevanza, le classificano per argomento. Suggeriscono i percorsi di ricerca e di approfondimento in base all’argomento desiderato. Supportano il ricercatore come farebbe un esperto del settore in carne ed ossa. O quasi.
Non si tratta di strumenti perfetti ma senza dubbio possono risultare Rischi che, se tenuti in debito conto, possono essere fronteggiati e superati, in modo tale da trarre il massimo beneficio da strumenti di ricerca innovativi ed utili in vari campi: dall’economia alla finanza, dal marketing all’informazione e alla documentazione.
Eccone alcuni.
Vivísimo (http://vivisimo.com )
Fondato nel 2000 da alcuni ricercatori della Carnegie Mellon University, può essere definito un ‘motore per il raggruppamento di documenti’. Vivísimo è utile soprattutto quando l’utente ha bisogno di farsi un’idea di un argomento o semplicemente di un termine di cui non conosce nulla. Inoltre è utile per trovare tutti i possibili termini e i concetti correlati all’argomento.
Teoma (www.teoma.com)
In gaelico Teoma significa ‘esperto’. Nato come progetto sperimentale nel 1998, è stato acquisito nel 2001 dalla Ask Jeeves Inc., la società che gestisce il più noto motore di ricerca ‘Ask Jeeves’.
Questo motore di ricerca raggruppa in tre sezioni i risultati della ricerca: un gruppo tematico di cartelle (‘Web pages grouped by topic’), i singoli indirizzi web correlati di una breve descrizione (‘Web pages’), una serie di link a siti specializzati sull’argomento richiesto (‘Expert’s Links’).
Teoma è molto simile al più famoso Google, in particolare per quanto riguarda l’algoritmo di ricerca. Il modello è chiamato ‘Subject-Specific Poularity’ e punta a definire i risultati di ricerca in base alla validità delle pagine web riguardanti lo stesso argomento.
Wisenut (www.wisenut.com)
E’ stato lanciato sul mercato insieme a Teoma, nel 2001. Ha un’interfaccia molto semplice, sulla falsariga di Google. Creato in realtà nel 1999, utilizza un sistema di ordinamento delle pagine web in base alla rilevanza. Questo algoritmo misura l’importanza sia delle pagine web in generale sia di quelle trovate all’interno della ricerca. Inoltre valuta il contenuto delle pagine web, analizzandone i link riportati e la provenienza di questi stessi link.
Clusty (www.clusty.com)
E’ un metamotore sviluppato da Vivísimo e si basa sulla funzione di clustering dei risultati di ricerca. Infatti il suo nome deriva proprio dal termine ‘cluster’.
E’ stato lanciato sul mercato con la versione beta nel settembre del 2004, dopo uno sviluppo durato quattro anni. Rispetto a Vivísimo, offre la possibilità di effettuare ricerche anche tra i blogs e tra le news. Ogni pagina web trovata può essere aperta in anteprima, senza dovere accedere al link per visionarne il contenuto.

Advertisements

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: