Il Villaggio Virtuale

comunicazione virtuale e linguaggi della Rete

Sono quasi il 93 per cento le case italiane sono è presente un computer e il 46 per cento dei bambini ha un pc nella propria cameretta. Questi sono solo alcuni dei dati contenuti nel 7° Rapporto nazionale sulla condizione dell’infanzia e dell’adolescenza, presentato lo scorso mese di novembre da Eurispes (www.eurispes.it ) e Telefono Azzurro (www.telefonoazzurro.it ). Si è trattata di una duplice indagine condotta per esplorare il mondo dei giovanissimi con età compresa tra i 7 ed i 19 anni ed il ruolo delle nuove tecnologie nella vita dei nostri figli.
Tornando ai numeri, è interessante notare che fanno uso del computer oltre l’82 per cento dei più piccolo e il 93 per cento degli adolescenti. Tra gli under 12 Internet non è molto presente, mentre diventa un compagno di studio e di giochi per i più grandicelli (66 per cento). Senza dubbio fa riflettere il 16 per cento di 7-11enni che scrive regolarmente in un forum on line oppure anche il19 per cento di giovanissimi abituati a comunicare via e-mail.
Sempre il Rapporto Eurispes-Telefono Azzurro evidenzia anche il problema, sempre più pressante, del controllo da parte degli adulti, assolutamente necessario ma purtroppo spesso assente. Infatti risulta che un bambino su tre si collega ad Internet da solo. Non stupisce che il 25 per cento si sia imbattuto, almeno una volta, in immagini che lo hanno infastidito e che addirittura il 20 per cento degli intervistati sia stato molestato in chat da parte di adulti conosciuti in Rete.
Opportunità e rischi
La Rete può rappresentare un’opportunità di crescita per i naviganti più giovani, ma anche costituire una fonte di rischi di manipolazione di violenza, più o meno esplicita. Da qui la necessità di un costante controllo da parte degli adulti, invitati non solo a vigilare sulle attività dei ragazzi davanti ad un pc ma anche a condividere con loro i momenti studio o di svago in Internet.
Però non possiamo dimenticare che le insidie sono presenti in Rete anche per gli adulti, più o meno esperti: sono all’ordine del giorno collegamenti a siti web sgraditi o addirittura pagamenti di bollette del telefono particolarmente elevate a causa di collegamenti indesiderati. Nessuno è escluso dai pericoli insiti in un utilizzo sconsiderato o inesperto della Rete.
In definitiva, tutti dobbiamo porre attenzione all’utilizzo di Internet, senza però provarci delle opportunità positive che ci offre.
Ma la Rete non un lupo cattivo
Se opportunamente utilizzata, sia da parte dei bambini sia da parte degli adulti, Internet non è però da demonizzare. Anzi. Occorre sottolineare che costituisce uno strumento ricchissimo di risorse utili per naviganti di tutte le età. Questa rubrica non ha mancato di proporre più volte alcuni itinerari di navigazione specifici sia per bambini sia per gli adulti che li aiutano a crescere.
In questo mese di gennaio ci impegneremo maggiormente su questo fronte, con uno spazio appositamente dedicato ai naviganti più piccoli.
Sono quasi il 93 per cento le case italiane sono è presente un computer e il 46 per cento dei bambini ha un pc nella propria cameretta. Questi sono solo alcuni dei dati contenuti nel 7° Rapporto nazionale sulla condizione dell’infanzia e dell’adolescenza, presentato lo scorso mese di novembre da Eurispes (
www.eurispes.it ) e Telefono Azzurro (www.telefonoazzurro.it ). Si è trattata di una duplice indagine condotta per esplorare il mondo dei giovanissimi con età compresa tra i 7 ed i 19 anni ed il ruolo delle nuove tecnologie nella vita dei nostri figli.
Tornando ai numeri, è interessante notare che fanno uso del computer oltre l’82 per cento dei più piccolo e il 93 per cento degli adolescenti. Tra gli under 12 Internet non è molto presente, mentre diventa un compagno di studio e di giochi per i più grandicelli (66 per cento). Senza dubbio fa riflettere il 16 per cento di 7-11enni che scrive regolarmente in un forum on line oppure anche il19 per cento di giovanissimi abituati a comunicare via e-mail.
Sempre il Rapporto Eurispes-Telefono Azzurro evidenzia anche il problema, sempre più pressante, del controllo da parte degli adulti, assolutamente necessario ma purtroppo spesso assente. Infatti risulta che un bambino su tre si collega ad Internet da solo. Non stupisce che il 25 per cento si sia imbattuto, almeno una volta, in immagini che lo hanno infastidito e che addirittura il 20 per cento degli intervistati sia stato molestato in chat da parte di adulti conosciuti in Rete.
Opportunità e rischi
La Rete può rappresentare un’opportunità di crescita per i naviganti più giovani, ma anche costituire una fonte di rischi di manipolazione di violenza, più o meno esplicita. Da qui la necessità di un costante controllo da parte degli adulti, invitati non solo a vigilare sulle attività dei ragazzi davanti ad un pc ma anche a condividere con loro i momenti studio o di svago in Internet.
Però non possiamo dimenticare che le insidie sono presenti in Rete anche per gli adulti, più o meno esperti: sono all’ordine del giorno collegamenti a siti web sgraditi o addirittura pagamenti di bollette del telefono particolarmente elevate a causa di collegamenti indesiderati. Nessuno è escluso dai pericoli insiti in un utilizzo sconsiderato o inesperto della Rete.
In definitiva, tutti dobbiamo porre attenzione all’utilizzo di Internet, senza però provarci delle opportunità positive che ci offre.
Ma la Rete non un lupo cattivo
Se opportunamente utilizzata, sia da parte dei bambini sia da parte degli adulti, Internet non è però da demonizzare. Anzi. Occorre sottolineare che costituisce uno strumento ricchissimo di risorse utili per naviganti di tutte le età. Questa rubrica non ha mancato di proporre più volte alcuni itinerari di navigazione specifici sia per bambini sia per gli adulti che li aiutano a crescere.
In questo mese di gennaio ci impegneremo maggiormente su questo fronte, con uno spazio appositamente dedicato ai naviganti più piccoli.

Advertisements

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: