Il Villaggio Virtuale

comunicazione virtuale e linguaggi della Rete

Archivi per il mese di “gennaio, 2008”

Un nuovo documento si è aggiunto nella sezione degli e-books del Villaggio virtuale. Si tratta di Focus Internet.
Dal 2000 al 2003 sulle colonne del Nuovo Giornale veniva pubblicata la prima rubrica dedicata alle nuove tecnologie, alla comunicazione on line e Chiesa cattolica. Il "papà" del Villaggio virtuale era "Focus": una traccia dei testi pubblicati in quella rubrica ha trovato posto in questa pubblicazione, ora disponibile anche attraverso il sito del Villaggio.
E’ scaricabile liberamente.

Le moderne tecnologie saranno ancora protagoniste del nuovo anno appena iniziato. Alcune in modo particolare, come prevedono Bbc News e Technology Review in un recente contributo pubblicato dedicato alle tendenze 2008 (http://www.technologyreview.com/Infotech/19986/ e http://news.bbc.co.uk/2/hi/technology/7147804.stm) .
Le previsioni privilegiano cinque tecnologie, destinate a decollare nei prossimi dodici mesi. Si tratta di Web mobile e cloud computing (cioè applicazioni utili sia online che offline, come ad esempio Google Gears), Ultra Mobile Pc, IPtv (cioè la televisione via internet), WiMax e Mobile VoIP.
E si continuerà a parlare anche di motori di ricerca, di mondi virtuali e di social networks, che nel 2007 hanno interessato il grande pubblico degli internauti.
Tutti i rischi del ‘web sociale’
A proposito di social networking, pare che gli strumenti del web 2.0 possano portare rischi di sicurezza per le aziende. Infatti secondo McAfee (società specializzata in sicurezza informatica, in Europa solo il 21% delle aziende impedisce l’accesso alle piattaforme come Facebook o MySpace, esponendo cosí i network a possibili rischi di attacco.
I dati di questa recente ricerca dedicata alla criminalità informatica (
www.mcafee.com/us/local_content/reports/
mcafee_criminology_report2007_it.pdf
) affermano che di solito vengono bloccate le operazioni che riguardano i servizi di appuntamento (36%), il downloading di file musicali (36%), le community musicali online (24%), lo streaming video (24%) e le radio online (23%). In realtà i servizi più pericolosi riguardano il downloading di musica (58%), l’instant messaging (53%), il social networking (48%) e il mailing (46%).
Senza dimenticare i rischi causati da virus e spamming, cioè frodi e danni tecnici ed economici.
Altre previsioni per il nuovo anno
Ma le previsioni per il 2008 non si fermano qui. Infatti sono tanti gli esperti che in questi giorni si esprimono su come la tecnologia cambierà la nostra vita nel nuovo anno.
Ad esempio l’Ibm ha scritto nel rapporto ‘Next five in five’ che ci saranno elettrodomestici intelligenti, auto comunicanti con la strada e medici con evoluti strumenti diagnostici. Il documento è disponibile on line all’indirizzo
www.ibm.com/ibm/ideasfromibm/us/five_in_five/010807/index.shtml.
Invece la rivista Wired preannuncia per i prossimi dodici mesi l’intasamento di internet per l’eccesso di informazioni (
www.wired.com).
Sono comunque in tanti a ritenere che il 2008 sarà l’anno del boom della tecnologia mobile, come ad esempio leggiamo anche su Quo Media (
http://quomedia.diesis.it/news/11065/il-2008-sara-lanno-della-tecnologia-mobile).
E le tecnologie avranno sempre un ruolo strategico, così come è emerso, tra l’altro, anche durante l’ultimo Gartner Symposium di Cannes (vedi l’articolo su ApogeoOnLine
www.apogeonline.com/webzine/2008/01/03/22/200801032203 e il sito dell’evento www.gartner.com/2_events/symposium/worldwide.html).

E’ una specie di ‘catena di Sant’Antonio’ tradotta in digitale: recentemente alcuni blogger che frequentano Second Life sono stati invitati a scrivere otto cose del loro rapporto con il metaverso e a inviare la richiesta di fare altrettanto ad altre otto persone amiche. Questo gioco sta facendo rapidamente il giro del mondo. In Italia segnalo il contributo di Mario Gerosa (http://mariogerosa.blogspot.com/2007/12/recently-i-was-invited-to-take-part-to.html ), seguito da Giuseppe Granieri (http://www.bookcafe.net/blog/blog.cfm?id=759 ): spiegano il loro rapporto con l’avatar e come vivono i rapporti umani su SL. Anche Giovanni Boccia Artieri (http://mediamondo.wordpress.com/2007/12/18/my-secondlife-8-piccole-tracce/ ) partecipa spiegando come Second Life sia un luogo dove dare corpo alle relazioni.
Vite da avatar. Sì, perché sembra che oggi ogni internauta che si rispetti debba avere (o almeno si sia posto il problema se avere o meno) un avatar. Così almeno scrive Antonio Sofi, nel suo Webgol (www.webgol.it ). Ma non è così scontato. Infatti sono sicura che molti dei nostri lettori abbiano ancora le idee un po’ confuse su che cosa sia un ‘avatar’.
In sintesi, possiamo definire un ‘avatar’ come un nostro alter ego digitale. Il termine ha origine nlla religione Induista, dove un avatar è l’incarnazione di una divinità. Ma in un ambiente tridimensionale o virtuale, come nelle chat, i forum o in alcuni giochi, e naturalmente anche nei mondi virtuali come ad esempio Second Life, l’avatar non è altro che la rappresentazione digitale di chi sta visitando l’ambiente.
E ognuno può creare la propria immagine on line come desidera, dando vita così ad una creatura che può anche non assomigliare in nulla all’originale ‘reale’.
Per approfondire, potete visitare il sito italiano di Second Life e leggere la pagina www.secondlifeitalia.com/wiki/Avatar  . Ben fatta è la pagina inglese di Wikipedia dedicata all’argomento (http://en.wikipedia.org/wiki/Avatar_%28computing%29 ), ricca di esemplificazioni e di riferimenti a fonti on line utili per proseguire la lettura.

Appuntamenti
Questa settimana segnalo alcuni eventi in programma nelle prossime settimane e inerenti il mondo della Rete. A Torino, il prossimo 18 gennaio è previsto ‘Communia’, il primo seminario della Rete tematica europea sul pubblico dominio digitale (la pagina web ufficiale dell’evento è alla URL http://ws1-2008.communia-project.eu/ ).
A Cassino (FR) il 30 e 31 gennaio 2008 è in programma il primo Convegno nazionale completamente dedicato all’e-learning, ‘eLearning Point 2008’ (tutti i dettagli alla pagina www.elearningpoint.org/mainpage_convegno_elearning.html ).
Infine dal 5 al 7 febbraio prossimi a Milano si terrà la Fiera della Sicurezza Informatica, ‘Infosecurity, Storage Expo e Trackability Italia’ (www.infosecurity.it/it/fiera-sicurezza-informatica.aspx ).

Dalla stampa al web
Segnalo l’articolo pubblicato su La Stampa e riportato anche on line ‘Se l’oratorio diventa una tv’ (www.lastampa.it, nella sezione ‘Tecnologia’). Da un’intervista rilasciata da don Franco Lever, decano della facoltà di Scienze della comunicazione sociale presso la Pontificia Università Salesiana, emerge un’immagine nuova della Chiesa italiana, straordinariamente aperta ai nuovi media e attiva in prima linea nel comunicare attraverso gli strumenti messi a disposizione dalla tecnologia.

Navigazione articolo