Il Villaggio Virtuale

comunicazione virtuale e linguaggi della Rete

Si chiamano ‘virtual exhibitions’ e sono la riproposizione on line di mostre allestite realmente e visitabili dal pubblico. E’ un fenomeno in ascesa, che rende accessibili al pubblico della rete iniziative che resterebbero appannaggio di pochi visitatori. Non mancano però anche casi di progetti di mostre che vengono realizzate solo ed esclusivamente per Internet. Pensiamo, ad esempio alla recente esperienza dell’Università Cattolica del Sacro Cuore con ‘Quest’oro rotondo non è altro che l’immagine del globo più rotondo. Il fascino dell’oro nella monetazione antica’, un portale che propone una mostra virtuale dedicata alla collezione numismatica dell’Ateneo (http://monetaoro.unicatt.it/ ).
In particolare questo progetto, coordinato dalla professoressa Claudia Perassi, è il frutto del lavoro degli studenti del corso di Numismatica della Sede di Milano. La docente, intervenendo alla recente presentazione del portale, così ha spiegato come è nata l’idea di questa mostra virtuale: «ogni anno, insieme ai miei studenti, utilizziamo il patrimonio numismatico dell’Università, composto da circa 1000 pezzi, per toccare con mano ciò che riportano i libri di testo e imparare le tecniche di catalogazione sul campo. La moneta è un mondo prezioso tutto da scoprire, in grado di raccontarci moltissimo del nostro passato. E ha concluso: «Durante lo scorso anno accademico l’attenzione degli studenti è stata rivolta alla monetazione aurea del mondo antico, soprattutto greco e romano. I ragazzi hanno deciso di presentare il loro lavoro attraverso internet, così da testarne le potenzialità nella divulgazione e nella valorizzazione dei beni culturali».
Di questa esposizione è stato realizzato anche un catalogo a stampa, pubblicato dall’ISU.
La visita di questa originale mostra, la cui realizzazione tecnica è stata affidata all’Ufficio Web della Direzione Sistemi Informativi della Cattolica, è semplice e guidata da un percorso affascinante. Infatti il portale offre, tra l’altro, anche l’opportunità di visualizzare le immagini in maniera agevole con la tecnica light-box, adattata dai tecnici alle esigenze della mostra. Inoltre, grazie alla mappatura delle fotografie, scorrendo il cursore sulle monete è possibile leggere le scritte incise.
La mostra è corredata da un glossario e da alcune pagine utili per approfondimenti, anche attraverso numerosi siti web segnalati.

Non è facile parlare di Gesù ai bambini, soprattutto se sono molto piccoli. E’ necessario utilizzare il linguaggio più adatto a loro, ricorrendo, magari, il più possibile, a immagini e disegni. In Internet troviamo alcune esperienze interessanti. Come ad esempio quella dio Gen4 – Parola di vita: legato al Movimento dei Focolari, Gen4 prepara ogni mese la Parola di vita disegnata a commento di una frase della Scrittura e la offre ai bambini dai 4 agli 8 anni, perchè la possano vivere. Il sito (http://gen4.focolare.org/) propone anche un archivio dal marzo 2007 ad oggi.
Non mancano i siti web delle riviste cattoliche dedicate ai bambini. Segnaliamo Ciao Amici del Messaggero S.Antonio (
www.ciaoamici.it), Net Magazine (www.amicidinet.it) e Piccole tracce (www.piccoletracce.it), tutte per bambini dai 5 ai 12 anni.
Anche la musica è un mezzo per avvicinare i più piccoli ai temi della fede. A questo proposito suggeriamo di vistare il sito di ‘Maramello: la musica dei piccoli’ (
www.maramello.it) dove è possibile trovare anche interessanti progetti didattici.

Advertisements

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: