Il Villaggio Virtuale

comunicazione virtuale e linguaggi della Rete

Lo scorso 12 marzo Reporters senza frontiere e Unesco hanno organizzato l’Online Free Expression Day (http://www.rsf.org/article.php3?id_article=26017), cybermanifestazione contro la censura. E’ stata un’occasione per riflettere su temi come la libertà d’espressione e la privacy, legati strettamente tra loro. Infatti i rischi sono alle porte per tutti quanti navigano in Rete: quando si scrivono mail, quando si pubblica qualche testo on line, quando si partecipa ad un social network. La difesa della propria privacy in Internet è un argomento ancora poco dibattuto e forse, al momento, interessa ancora poche persone.
Ma con il passare del tempo sarà inevitabile porsi il problema.
A questo proposito segnalo l’articolo pubblicato da VisionPost (
www.visionpost.it ) portale di informazione sui temi legati alla società digitale. Il “Decalogo contro la censura e a tutela della privacy” (http://www.visionpost.it/index.asp?C=7&I=3042 , l’articolo è firmato da Emanuela Di Pasqua) offre interessanti spunti di riflessione e anche alcuni suggerimenti per navigare in rete.
Ecco il decalogo
Riportiamo di seguito i punti della “Piccola guida per utenti riservati (e liberi)”:
1) usa un servizio di e-mail non tracciate e senza registrazione, come quello offerto dal collettivo Autistici.org (
www.autistici.org )
2) scegli un browser che permette una navigazione molto più protetta, come Firefox (www.mozilla-europe.org/it / )
3) utilizza una rete peer-to-peer(
http://it.wikipedia.org/wiki/Peer-to-peer) decentralizzata che si appoggia sulle risorse di banda dei suoi utenti per pubblicare e scambiare contenuti anonimi, come Freenet (http://freenetproject.org/);
4) prediligi un un servizio e-mail che non permette di rilevare il contenuto della corrispondenza elettronica, come Gpg (
http://gnupg.org/index.it.html );
5) o ancora, opta per un programma mail che non solo non permette di rilevare i contenuti della corrispondenza ma esclude anche la possibilità di mettere in relazione mittente e destinatario, come Mixmaster (
https://www.mixmaster.it /)
6) cripta i contenuti inviati e ricevuti attraverso un software di cifratura come PGP (
www.pgpi.org );
7) nella navigazione usa un programma che si mette tra il client e il server mascherando il vero indirizzo IP del client come i Proxy;
8) naviga con un browser anonimo, che si carica sul pc e permette di surfare in assoluto anonimato grazie a una serie di rimbalzi cifrati tra macchine come Tor (
www.torproject.org/index.html.it );
e poi se proprio ci tieni alla privacy:
9) non registrarti mai da nessuna parte;
10) sii pronto a un minimo esborso per una casella elettronica, altrimenti devi essere ben consapevole del fatto che si paga concedendo i propri dati.

Se lo volete, il dibattito continua sul nostro sito.

Advertisements

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: