Il Villaggio Virtuale

comunicazione virtuale e linguaggi della Rete

Questa settimana torniamo a trattare un argomento affrontato ormai tanto tempo fa, ma sempre attuale: come si costruisce un buon sito web? Ricordo che me ne sono occupata per la prima volta nel 2000, quando stavo scrivendo il libro ‘e-vangelo: la pastorale nell’era internet’ (Berti, 2001). Documentandomi avevo trovato contributi, italiani e stranieri, che affrontavano il problema o dal punto di vista esclusivamente tecnico (ad esempio, come si scrive una pagina in HTML, per intenderci) oppure dal punto di vista del marketing (come costruire un sito adatto per gestire i propri affari o la propria immagine on line).
Negli anni la questione è stata affrontata dagli addetti ai lavori con sempre maggiore completezza e oggi possiamo disporre, anche on line, di vere e proprie mini-guide per chi desidera capire quali sono gli ingredienti giusti per ottenere un buon sito web, utile e gradevole sia per chi lo realizza sia per chi lo visita.
Tra questi contributi pubblicati sul web segnalo volentieri ‘Il web e la teoria del cioccolatino’ (
http://blog.tsw.it/usabilita/il-web-e-la-teoria-del-cioccolatino/#more-297 ), scritto da un esperto di semantica del web e autore del blog di TSW, dedicato al search marketing. “Prendete un cioccolatino ripieno, avvolto nella sua carta, scartatelo ed addentatelo: questo è un sito web. Carta che lo avvolge, rivestimento e ripieno: proverò a dare una buona ricetta per fare un buon cioccolatino, che accontenti la vista, il gusto e l’olfatto”, così scrive Andrea. Il suo testo è accattivante, non solo nella forma, sintetico e interessante.
Il corso ‘Essere in rete’
Viene proposto sul sito Ananiainrete (
www.ananiainrete.it ) di Xavier Debanne ed è dedicato in particolare alla realizzazione di un sito web cattolico. Il testi sono in formato pdf e sono scaricabili liberamente all’indirizzo www.ananiainrete.it/corsi/corso_internet_chiesa.html#c2_7 .
Il corso è composto di tre parti. La prima presenta le potenzialità di Internet e i vari servizi utili alla Chiesa. La seconda parte propone un approfondimento sulle caratteristiche del sito web religioso e sulla pastorale in rete. La terza analizza il ciclo di vita di un sito web religioso; seguono alcuni moduli sul progetto editoriale, sulla realizzazione e gestione di un sito, sulle tecniche di web writing e sulla promozione di un sito.
Le opportunità di formazione on line
Trai i corsi che è possibile frequentare on line per imparare a costruire e gestire un sito web, segnalo l’iniziativa di WeCA, l’Associazione Webmaster Cattolici Italiani (www.webcattolici.it). In cantiere c’è il nuovo corso ‘Comunicazione online e web 2.0’. E’ gratuito e le iscrizioni, aperte per i soci WeCa, sono state aperte proprio in questi giorni. “Il corso – spiegano – ha l’obiettivo di approfondire le tematiche della comunicazione on line, con particolare riferimento ai siti web, stimolando praticamente il collaborativismo e il riuso delle esperienze e offrendo quindi uno sguardo sui temi attuali del web 2.0. Uno spazio particolare in questo ambito sarà offerto alle parrocchie perché si confrontino sul piano della cooperazione, dello scambio delle migliori pratiche, della promozione di iniziative ultra territoriali”.

Advertisements

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: