Il Villaggio Virtuale

comunicazione virtuale e linguaggi della Rete

Archivi per il mese di “settembre, 2008”

Arriva la prima biblioteca digitale per l’Europa

Il progetto si chiama Europeana (il sito ufficiale è all’indirizzo www.europeana.eu ) e rappresenta una delle esperienze più importanti in tema di digitalizzazione delle opere culturali. Verrà inaugurato il prossimo novembre e sarà il sito unico per l’accesso alle più importanti opere culturali dei Paesi dell’Unione Europea (http://ec.europa.eu/italia/attualita/primo_piano/
istruzione/biblioteca_digitale_it.htm
).
Una vera rivoluzione, attesa da tempo e ora diventata realtà. Con Europeana saranno accessibili dal web manoscritti e opere d’arte di biblioteche e musei, senza dover uscire di casa.
Il progetto della biblioteca digitale europea rientra nell’iniziativa i2010, adottata dalla Commissione il 1° giugno 2005. E’ nato da un’iniziativa della Banque Nationale de France e vede partecipare per l’Italia anche le biblioteche nazionali di Firenze e di Roma. Tali istituzioni si aggiungono ad altre del calibro del Louvre e del British Museum.
Intanto su questo stesso fronte anche imprese private stanno percorrendo con successo la strada della digitalizzazione delle opere: pensiamo a Google Library, progetto partito nel 2004, che ha già digitalizzato 10 milioni di opere e raggiunto accordi con importanti università europee.
Ecco due link utili per approfondire l’argomento: The European Library –
http://search.theeuropeanlibrary.org/portal/it/index.html ; World Digital Library – www.worlddigitallibrary.org/project/english/index.html .

Altri progetti
C’era una volta l’amico di penna, grazie al quale spesso si imparava anche volentieri una lingua straniera. Oggi Internet ha cambiato tante cose. Ce lo dimostra il progetto eTandem: si tratta di un’iniziativa internazionale, coordinata in Germania dall’Università della Ruhr di Bochum, che sta diffondendo, grazie anche al sostegno economico della Commissione Europea, un nuovo concetto di didattica on line. L’amico di penna è ora un compagno in Internet con il quale si intrattiene un carteggio virtuale utilizzando gli strumenti messi a disposizione dalla Rete.
Tutte le informazioni all’indirizzo
www.slf.ruhr-uni-bochum.de/etandem/etindex-it.html
Si chiama LEGO Education Wedo (
www.ni.com/academic/wedo/) ed è una nuova piattaforma messa appunto dallo storico marchio famoso nel mondo per i giochi per bambini. Si tratta di un ambiente di apprendimento che può essere utilizzato anche nelle scuole elementari. Con questa applicazione i bambini potranno programmare i movimenti dei modellini Lego da loro costruiti semplicemente collegando il giocattolo al pc.

Appuntamenti
Il prossimo 30 settembre si terrà a Roma il seminario ‘Robotica Educativa’ che avrà lo scopo il tentare di fare il punto sui recenti sviluppi della robotica educativa attraverso un confronto tra robotici, ingegneri, psicologi, educatori ed insegnanti. Maggiori informazioni sul sito
http://tinyurl.com/55p46k .


Novità

Cari lettori del Villaggio,

se desiderate essere informati tempestivamente su tutte le novità pubblicate sul sito, iscrivetevi al nuovo servizio (gratuito) che trovate nella colonna di destra: ogni volta che il sito verrà aggiornato, riceverete una segnalazione direttamente nella vostra casella di posta elettronica.

La storia incontra la scuole nel web

La grande storia incontra i ragazzi in Rete. Non mancano gli esempi di siti e portali che ripropongono alle giovani generazioni le pagine più significative del passato. Tra gli ultimi arrivati questa settimana segnaliamo ‘Trentino Grande Guerra’ (www.trentinograndeguerra.it ), il nuovo portale creato in occasione del novantesimo anniversario della fine del primo conflitto mondiale. Destinatari sono gli appassionati di storia, ma anche turisti, insegnanti, studenti e gente comune, interessata ad approfondire un tema storico di grande rilevanza.
Si tratta di un’iniziativa della Provincia autonoma di Trento che intende così contribuire a ricordare e a valorizzare le testimonianze legate al conflitto ancora presenti in Trentino. Sono stati individuati e catalogati fortificazioni, musei e monumenti del territorio che rappresentano il patrimonio storico della Grande Guerra. Un ottimo lavoro di recupero di luoghi e fortificazioni ad opera della Soprintendenza dei Beni Architettonici denominato Progetto Grande Guerra, che ha permesso il censimento di opere, trincee, cimiteri e luoghi che hanno fatto o ricordano la storia del conflitto.
Proprio attraverso le pagine web di questo sito è così possibile conoscere e consultare tutte le ricerche che sono state condotte sulla Grande Guerra.
Sul sito si possono anche scoprire le proposte più interessanti per le scuole con una lista dei principali musei storici, dei laboratori e dei percorsi didattici pensati per gli studenti.
“Avvertivamo l’esigenza – ha sottolineato l’assessore provinciale alla cultura Margherita Cogo in occasione della recente presentazione pubblica del portale – di avere un luogo dove offrire una comunicazione corretta e completa di una pagina importante della nostra storia e dell’esistente. Il sito internet ci è parsa la soluzione ideale”.
Il progetto del portale è curato dal Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto, su incarico della Soprintendenza per i Beni Architettonici della Provincia autonoma di Trento.

La Scuola nel Web,
il Web nella Scuola

Ecco alcuni dei prossimi appuntamenti in Italia con convegni dedicati alla didattica e alle nuove tecnologie. Dal 23 al 25 ottobre presso l’Università di informatica di Crema (Polo Didattico e di Ricerca) è in programma una rassegna di didattica e nuove tecnologie rivolta ad insegnanti e studenti delle scuole di ogni ordine e grado. Tutte le informazioni sul sito
www.mediaexpo.it .
A Genova, dal 12 al 15 novembre, si terrà il TED – Technology & Edutainment days. Si tratta dell’evento nazionale più importante tra quelli dedicati al settore delle nuove tecnologie per la scuola, l’università, la pubblica amministrazione e l’impresa. Il sito è alla URL
www.ted-online.it . Il TED si inserisce all’interno del Salone italiano dell’educazione fiera/evento che ospita anche ‘Orientarsi’, ‘La scuola dei sapori’ e ‘BTS’ (www.abcd-online.it ).

Scuola e software libero

Software libero nelle scuole? Sì, grazie. Abbandonare i software proprietari in favore di Linux sembra essere una tendenza sempre più forte da parte delle scuole italiane.
L’abbattimento dei costi di acquisizione e di aggiornamento è la causa principale, ma i vantaggi sono altri, come viene bene spiegato nel sito dell’l’IISS E. Majorana di Gela (
www.istitutomajorana.it/passare-linux/index5.html ) dove è possibile scaricare anche una mini-guida utile per l’orientamento.
Le esperienze in corso sono numerose in tutta Italia e alcune sono state riportate nell’articolo di Morena Terraschi (OpenSource a scuola,
www.altrascuola.it/article.php?sid=1652 ). Ma per avere un quadro completo della questione suggeriamo il testo di Maurizio Mazzoneschi, ‘Software libero e Open Source: cosa sono e come funzionano’ (www.altrascuola.it/article.php?sid=1305 ).
Mentre per rimanere aggiornati è utile consultare i siti ‘OpenSource: risorse free e opensource per la scuola’ (www.open.blogscuola.it/) e ‘Dschola Reloaded – Notizie Opensource’ (
www.dschola.it/modules/opensource_news/ ).
Un sito interamente dedicato al tema del software libero nella didattica è LinuxDidattica (http://linuxdidattica.org/). Qui è possibile trovare fomentazione utile per la didattica, testimonianze e progetti di scuole italiane, vari contributi di attualità, materiali e approfondimenti.
Esiste anche una lista di discussione abbinata a questo progetto (scuola@lists.linux.it), aperta a persone che lavorano per l’introduzione del software libero nella didattica. L’iscrizione è libera e può essere gestita facilmente a partire dall’indirizzo
www.linux.it/mailman/listinfo/scuola/ .
Da non perdere è il portale LinuxPedia che dedica alla didattica una sezione apposita (
http://linuxpedia.netsons.org/index.php/Linux_nella_didattica) . Con quadro generale e tanti link utili per scoprire progetti italiani e stranieri.

La Scuola nel Web,
il Web nella Scuola

Seneta.it (
www.seneta.it ) è il sito creato e gestito da Antonio Guadagno e dedicato al mondo della scuola e della didattica. Con notizie, dispense, novità, informazioni e approfondimenti sulla normativa vigente.
E’ interamente dedicato alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione il portale ‘Scuolidea’ (
www.scuolidea.it ). Nella sezione ‘Tecnologie’ è possibile accedere ad una grande quantità di approfondimenti ed aggiornamenti su ben diciannove percorsi: dagli ipermedia didattici all’e-learning, dalla ricerca educativa all’educazione al multimediale.
Si svolgerà tra il 19 ed il 20 settembre prossimi presso il Palazzo dei Congressi della Fiera di Bologna la manifestazione DoceBO, promossa dall’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna in collaborazione con l’Associazione Italiana degli Editori e LudoVico. Si parlerà anche di web tv, di progetti e servizi per innovare la scuola e di lavagne interattive multimediali. Maggiori informazioni sul sito Scuola ER (
www.scuolaer.it/allegato.asp?ID=518451 ).

Navigazione articolo