Il Villaggio Virtuale

comunicazione virtuale e linguaggi della Rete

Educare ai media

Il nostro tempo vive di comunicazione. E’ noto. E i mass media occupano un ruolo importante, acquisendo un sempre maggior potere informativo e formativo. Carta stampata, radio, tv e ora internet con tutti new media, senza dimenticare il cinema ed il teatro. Vivere senza di loro è praticamente impossibile.
Ma siamo sicuri di conoscerli a fondo? Sappiamo utilizzarli correttamente? Siamo in grado di comprenderne le tecniche espressive? Il problema si pone per tutti ma soprattutto per le giovani generazioni, che hanno bisogno di essere condotti per mano verso una comprensione critica dei media, delle loro caratteristiche informative, del loro linguaggio e del significato dei loro messaggi.
Per questo motivo è nata la media education, cioè una vasta e complessa attività divisa tra educazione e didattica, che vede impegnati educatori, formatori, pedagogisti e, non ultimi, anche i genitori.

Dalla carta stampata a internet,
fino al cinema e al teatro
Tra le risorse on line dedicate a questo tema questa settimana segnalo il bel portale ‘Il Mediario’ (
www.ilmediario.it), ideato dall’Associazione Culturale Tutor di Milano. Si presenta come un utile riferimento per tutti coloro che desiderano entrare nel mondo dell’educazione ai mass media.
“La centralità dei media, nella nostra società, rende necessario un impegno nei confronti dei minori – si legge nell’Editoriale – che devono acquisire confidenza con la pluralità dei codici espressivi propri di tv, cinema, radio, stampa e Internet. Per rendere effettivo il diritto all’informazione dei futuri cittadini e tutelare i bambini e i ragazzi di oggi è fondamentale fornire strumenti idonei a stimolare la loro capacità critica di lettura dei messaggi provenienti dai media”.

Tanti approfondimenti e link utili

Sono tre le macro aree in cui si concentra l’impegno del Mediario.
La prima è quella dedicata ai sei canali corrispondenti ad altrettanti mezzi di comunicazione: internet, tv, stampa, teatro, radio, cinema. Per ognuno vengono pubblicati articoli e approfondimenti, con numerose rubriche e link a siti significativi.
Vi è poi la sezione degli Speciali, che dedica particolare attenzione ad un tema d’attualità. Mentre scriviamo il Mediario propone un’interessante intervento dedicato al rapporto tra giovani, carta stampata ed editori.
E poi la Terza Pagina, con esperienze, progetti, laboratori e testimonianze.
“Il Mediario – si legge sempre nell’Editoriale del portale – che ha scelto Internet come medium per le sue caratteristiche di interattività, si propone dunque come il primo portale italiano dedicato all’educazione ai media, con l’obiettivo di collegare, far conoscere e partecipare a quel rinnovamento dell’istruzione che deve essere in grado sia di sostenere lo sviluppo della comunicazione, sia di adeguarsi alle esigenze reali degli individui”.
Il portale offre la possibilità di iscriversi alla newsletter gratuita per ricevere direttamente nella propria casella di posta elettronica tutte le informazioni, i suggerimenti e gli appuntamenti dal
mondo della media education.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: