Il Villaggio Virtuale

comunicazione virtuale e linguaggi della Rete

E’ on line il ministro (la ministra) dei giovani

E’ giovane, si occupa di politica e ha scelto il web per comunicare ed interagire con le nuove generazioni. La ministra Giorgia Meloni ha così aperto le porte del Governo in Internet attraverso il portale Gioventù.it (www.gioventu.it , un interessante tentativo di avvicinare i ragazzi alle istituzioni.
Nonostante si tratti di un sito web la Meloni scrive che l’intento è stato quello di creare “un luogo che avesse ben poco di virtuale, ma che fosse impregnato di vita reale”. Ha poche settimana di vita, ma è già ben strutturato e ricco di proposte e di materiale.

In primo piano le storie dei giovani
Scuola, società, tempo libero, politica, costume: sull’home page trovano spazio numerose informazioni e link per gli approfondimenti. Il sito è impostato come un giornale on line, con tanto di notizie poste in prima pagina, rubriche e focus. Così il Governo cerca di spiegare che cosa sta facendo per i giovani, su tutti i fronti. Ma non solo.
Come spiega la ministra in una nota, ‘Gioventu.it nasce per dare pubblicità alle storie più belle dei giovani italiani. Quelle che non godono dei riflettori dell’opinione pubblica. Per fare un ritratto più vero di questa generazione, per nulla priva di difetti e contraddizioni, ma anche ricca di talento, spirito, passione civile e coraggio. Racconteremo alcune Storie di Meglio Gioventù, grazie alla penna di scrittori famosi ed anche alla vostra, se lo vorrete’.

Va in onda Radio Gioventù
In particolare le tematiche di approfondimento sono suddivise in quattro rubriche: ‘Diritto al Futuro’, ‘Protagonismo Generazionale’, ‘La Rivoluzione del Merito’, ‘La Meglio Gioventù’.
Gioventù.it comprende anche un interessante progetto multimediale con la rubrica radiofonica ‘Radio Gioventù’ (
www.gioventu.it/radio.aspx). Con cadenza settimanale questo spazio farà conoscere ai giovani bandi, progetti, concorsi; offrirà anche l’occasione per raccontare le storie della meglio gioventù.
‘Attraverso una trasmissione on air – spiega sempre la Meloni – verranno portati a conoscenza dei giovani italiani bandi, progetti e concorsi, si racconteranno le storie della meglio gioventù, verranno intervistati i testimonial delle campagne sociali, e qualche volta verranno aperte le linee agli ascoltatori. In poche parole, con Radio Gioventù il sito si mette a parlare’.
Ogni puntata radiofonica ha la durata di circa venti minuti dura 20/25 minuti circa, si può scaricare direttamente del sito attraverso il sistema podcasting, oppure, semplicemente, si può ascoltare via radio. La registrazione delle puntate verrà concessa gratuitamente a tutte le emittenti locali e nazionali che ne facessero richiesta per poi ritrasmetterla all’interno del loro palinsesto.

Giovani e istituzioni
Gioventù.it linka al sito di un organismo pubblico che si occupa di politiche giovanili. Si tratta dell’Agenzia Nazionale per i Giovani (ANG) (
www.agenziagiovani.it), che è vigilato dal Governo italiano e dalla Comunità Europea. Il suo sito web è spartano ed essenziale, sia nella presentazione grafica sia nella pubblicazione dei contenuti. Anche questa è una risorsa utile per i giovani e per chi lavora, studia e vive insieme a loro.

Advertisements

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: