Il Villaggio Virtuale

comunicazione virtuale e linguaggi della Rete

iPhone

Non si fa in tempo a familiarizzare con l’innovazione introdotta dall’e-book (di cui abbiamo parlato tanto anche in queste colonne) che subito fa la sua comparsa una nuova vera e propria rivoluzione. Si tratta di un nuovo progetto studiato da Enhanced Editions. Protagonista è l’ultimo libro di Nick Cave, ‘The Death of Bunny Munro’, che in veste del tutto inaspettata sbarca sull’iPhone.
Un libro assolutamente multimediale, che si legge, si guarda, si ascolta.
Come è possibile tutto questo? Acquistando il relativo software attraverso l’Apple App Store è infatti possibile leggere il libro sul dispositivo portatile, ascoltare la versione audio direttamente dalla voce dell’autore, accompagnata da una colonna sonora in sottofondo, ovviamente prodotta dallo stesso Cave. E’ possibile anche guardare lo scrittore-musicista mentre recita, capitolo dopo capitolo, tutte le vicende del suo ultimo romanzo.
La versione completa è disponibile a circa 25 dollari, solo l’audiolibro costa invece 21 dollari.
Il trailer del libro è anche su Youtube:
http://www.youtube.com/watch?v=zOCJRt6Pgt0 .
Insomma, anche se la tecnologia dell’e-book non è ancora matura ma soprattutto anche se la cultura generale non è forse ancora del tutto pronta ad accogliere simili cambiamenti epocali, la tecnologia ci travolge con ulteriori novità.
Lo stesso Cave parla di “un vero e proprio audio-viaggio pionieristico che permette all’ascoltatore-lettore di vivere il libro attraverso dimensioni finora sconosciute”.
Il libro di Nick Cave è destinato ad essere il primo di una lunga seria perché la casa editrice ha programmato altre. Tra i titoli e gli autori in calendario: Dreams From My Father e The Audacity of Hope del Presidente Barack Obama, Life of Pi di Yann Martel, Homicide e The Corner di David Simon, SUM: Tales from the Afterlives di David Eagleman e The Good Man Jesus and the Scoundrel Christ di Philip Pullman.
L’innovazione entra
nella scuola piacentina

Tutto questo può sembrare fantascienza. Ma la tecnologia invece è realtà, come dimostrano interessati applicazioni anche nella scuola piacentina. Pensiamo, ad esempio, al Liceo Gioia che ha iniziato il nuovo anno dotando venticinque alunni di una classe prima con indirizzo scientifico di un Eee PC messo a disposizione da ASUS.
Questa sperimentazione si inserisce in un processo più ampio di digitalizzazione. Già nel 2002 , grazie all’applicazione web MasterCom, il liceo piacentino ha introdotto il registro elettronico per la gestione della didattica (assenze, voti, giustificazioni, pagelle e comunicazioni scuola-famiglia).
Inoltre da tre anni a ciascun studente viene consegnato un badget utile per la registrazione degli ingressi e delle uscite: in questo modo è più facile controllare le presenze a scuola degli studenti, non solo da parte degli insegnanti ma anche dei genitori.
I nuovi mini pc messi a disposizione degli studenti verranno utilizzati sia nelle attività didattiche a scuola, sia per lo studio individuale degli studenti, in aula e a casa.

Advertisements

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: