Il Villaggio Virtuale

comunicazione virtuale e linguaggi della Rete

Archivio per la categoria “News”

Ecco il Villaggio Virtuale, oggi in edicola

Il Villaggio oggi in edicola

Il Villaggio oggi in edicola

I bambini ci guardano

Oggi vi suggerisco questa lettura: un articolo su La Stampa dedicato al delicato tema dell’utilizzo delle nuove tecnologie da parte dei minori. Alla fine tutto viene ridotto in mercimonio, ma l’argomento è molto importante, troppo per essere relegato ad una battaglia per interessi economici.
I minori sono i cosiddetti nativi digitali. Crescono a pane e nuove tecnologie. Per loro è tutto così naturale. Non pensano ai rischi, ai pericoli, alle insidie e neppure a chi si approfitta di loro. Allora qualcuno deve pensarci. Noi, adulti. Migranti digitali, con una coscienza.
La coscienza del genitore che non può considerare il pc come un’ottima baby sitter a basso costo e ottima resa. La coscienza dell’educatore che deve saper mostrare il buono e il cattivo delle nuove tecnologie (ovviamente diamo per contato che lui per primo ne sia a conoscenza…). La coscienza dei comunicatori, di tutti coloro che a vario titolo fanno comunicazione: i bambini ci guardano, sanno leggere e imparano tutto.
Comunque, vi lascio alla lettura di questo utile articolo de La Stampa.
Buona giornata!

Nuoce gravemente alla salute

Prima di spiegare il titolo di questo post, desidero ringraziare tutti i lettori che ogni giorno passano in questo blog. Alcuni lasciano anche un segno del loro passaggio: grazie, davvero.
Da questa settimana (in edicola venerdì) Il Villaggio dovrebbe riprendere anche nella sua versione cartacea (ogni quindici giorni su Il Nuovo Giornale, di Piacenza): speriamo. In ogni caso continuerò gli aggiornamenti on line. Perchè di cose da raccontare ce ne sono sempre tante, il tempo e lo spazio sono pochi, ma la voglia non manca mai.

Ora la spiegazione del titolo di questo post: Facebook mette in guardia dai rischi del “troppo Facebook”. “Birthday cakes are made for people to be together. They give friends a place to gather and celebrate. But too much cake probably isn’t healthy. So birthday cake is a lot like Facebook”. Insomma, le torte sono come Facebook.
Passare troppe ore collegati può nuocere gravemente ai rapporti interpersonali off line. Autodenuncia? Forse. Comunque, niente di nuovo. Non si può vivere di solo web, che è un mezzo, non un fine. Ma già ne abbiamo parlato.

Così come abbiamo più volte parlato di ebooks, ma lo rifacciamo per segnalare l’articolo di Punto Informatico sulla concorrenza nel mercato del libro digitale in Europa. Già, gli ebooks: ma siamo sicuri che almeno i nativi digitali li apprezzino così tanto?
Sicuramente le scuole vanno in questa direzione. Secondo uno studio Ericsson è in atto una vera e propria rivoluzione nel settore educativo. Le nuove generazioni studiano con tablet, pc e cellulari. Una sintesi è anche su La Stampa.
Ma è davvero così per tutti?

Rapporti di buon vicinato

Le nuove tecnologie sono arrivate anche lì. Nel gestire i rapporti con le persone che ci abitano accanto. Non era sufficiente avere strumenti per riallacciare amicizie o iniziarne di nuove per ragioni personali o professionali. Adesso abbiamo bisogno di tenere i contatti con i vicini di casa via web. Ma ne abbiamo davvero bisogno?
Leggete l’articolo di Simone Cosmini pubblicato su Wired. E se volete dire la vostra, commentate pure questo post del Villaggio, qua sotto.
E’ interessante dal punto di vista tecnologico vedere le potenzialità degli strumenti virtuali creati dall’uomo. Già, l’uomo. Il rapporto personale. Ci era rimasto forse solo il rapporto interpersonale con i vicini, che salutiamo ogni mattina quando usciamo di casa o che incontriamo alla sera quando portiamo a passeggio il cane.
Peccato che di alcuni di loro a volte non si conosca neppure il nome. Ne conosciamo le sembianze; alcuni li salutiamo (se non altro perchè abitiamo in quel quartiere da 30 anni e quindi sono 30 anni che ci vediamo  più o meno tutti i giorni); altri, nulla. Ci può forse aiutare la tecnologia? Non credo. In questo caso, non credo proprio.
Forse esiste veramente un limite che non è bene superare, per il bene dell’uomo stesso. La tecnologia è al nostro servizio. Non viceversa. Sarebbe meglio tirar fuori il coraggio e finalmente suonare il campanello del vicino, se abbiamo qualcosa da dirgli o da chiedergli, piuttosto che perdere tempo per cercare il suo contatto online. Avremmo un nuovo amico, una persona in più su cui poter contare veramente in caso di bisogno. Saremmo meno soli. O forse no. Comunque avremo recuperato la nostra dimensione umana (quando si può, approfittiamone).

Come una brezza leggera…

….si avvicinano tempi di grandi novità per Il Villaggio Virtuale. Nuova grafica? Forse. Sicuramente tornerà puntuale, online. Seguiteci nella nuova avventura giocata tutta sul web 🙂

Navigazione articolo